Marocco, un Paese in evoluzione.

Avere al proprio interno delle infrastrutture efficienti e moderne non serve soltanto ad accrescere i servizi per la popolazione. Così come non serve per far avanzare una mera opera di immagine di Soft Power. Scommettere sul potenziamento infrastrutturale significa anche porsi come vero e proprio hub commerciale per un’intera regione. Un esempio in tal senso arriva dal Marocco. Il Paese nordafricano già da anni ha puntato sulla costruzione di nuove autostrade, nuove ferrovie e nuovi porti. E oggi ha assunto l’aspetto di una vera e propria “porta d’Africa” per merci, mezzi e persone. Una circostanza che sta proiettando Rabat verso un ruolo di protagonista regionale anche sul fronte politico.