INFORMAZIONE PER LE IMPRESE

Roma29/08/16

Dopo il periodo di vacanze, riprendiamo tutte le nostre attività nel proporre progetti siglati e alcuni alla firma della presidenza.

Mozambico

Stanno proseguendo a ritmo serrato i lavori per la costruzione di un ospedale da 100 posti letto, una farmacia, una scuola infermieristica, una scuola agroalimentare e un centro sportivo.

L’area destinata è la provincia di Nampula.

In particolar modo a Nampula sorgerà l’ospedale voluto dalla Chiesa del Mozambico tramite l’Arcivescovo Tomè che ha incaricato il Presidente di Italia nel Mondo alla realizzazione.

Stiamo selezionando alcune imprese interessate a fare da general contractor, imprese associate a Italia nel Mondo che si prendano carico dei lavori proposti.

Abbiamo definito la formula di finanziamento con alcuni enti ed istituzioni.

Il progetto è stato affidato all’ Dott. Architetto Raffaello Bernabei il quale sta ultimando gli ultimi dettagli.

E’ un lavoro molto importante sia per Italia nel Mondo che per le imprese italiane.

Entro la data del15 Ottobre 2016 vorremmo presentare il progetto alla stampa presso il Ministero degli Esteri per poi dare il via all’esecuzione.

Costruzione di una scuola elementare a Nampula in un edificio già esistente.

 

Armenia

Fonti governative armene, ci hanno proposto la costruzione di un centro medico ospedaliero. Il giorno 15 settembre incontreremo a Roma presso i nostri uffici la parte richiedente per siglare gli accordi.

Progetto tutto finanziato.

 

Cuba

Il nostro consulente a Cuba, l’ambasciata cubana a Roma e l’UNIDO, dopo l’incontro con il sottosegretario agli esteri Mario Giro a Cuba per la firma di nuovi accordi, ci hanno segnalato quali tipologie di lavori esistano da proporre alle imprese italiane.

  • Energetico: Costruzione d’impianti Fotovoltaici e biomasse.
  • Costruzione e ristrutturazione di Case e hotel destinate al turismo internazionale.
  • Organizzazione dei trasporti.
  • Organizzazione dell’Agroalimentare.
  • Costruzione o riadattamento di campi da golf con annesse case vacanza.
  • Fornitura di importanti macchinari destinati alla sanità.
  • Costruzione di porti turistici.
  • Costruzione di vie di collegamento.

 

Sry Lanka

Abbiamo avuto richiesta ufficiale da parte dello Sry Lanka nella progettazione e costruzione di porti commerciali e turistici, strade, ospedali, scuole.

Finanziamenti totalmente a carico dello Stato.

Zanzibar

Abbiamo ricevuto incarico da parte della Chiesa Cattolica della Tanzania per la progettazione e costruzione di:

  • Un centro poliambulatorio medico di primo soccorso.
  • Costruzione di scuole per alfabetizzazione e scuole agroalimentari.

Per gli Stati del Kenia e Zimbawe, stiamo attendendo lettere d’incarico da parte delle chiese cattoliche locali per i progetti necessari.

Abbiamo richieste nel settore FOOD & BEVERAGE del Made in Italy, nelle piattaforme agroalimentari in Tanzania, Kenia e Russia.

Tutte le imprese interessate a questi progetti e per avere maggiori delucidazioni possono scrivere all’ e mail info@italianelmondo.org

Oppure ai numeri di telefono indicati.

Telefono: 01411768566

Mobil: 3928805647

 

 

Incarico per la costruzione di opere umanitarie in Mozambico

Roma 29/08/16

Il Presidente di Italia nel Mondo, Dott. Franco Quaglia ha ricevuto incarico da parte dell’Arcidiocesi di Nampula in Mozambico per per la partecipazione alla realizzazione di un progetto umanitario nell’area di Nampula.

Il progetto verte nella costruzione di un’ospedale, una farmacia, una scuola agroalimentare e un centro sportivo.

Il Dott. Quaglia ha ringraziato vivamente l’Arcivescovo Makweliha Tomè della fiducia accordata.

Un ringraziamento particolare è stato rivolto dal Presidente di Italia nel Mondo, anche al Dottore Melquisedec Muapala e da Padre Fernao Massena, direttore della facoltà universitaria di giurisprudenza di Nampula.

Entro il mese di Settembre una delegazione di Italia nel Mondo sarà a Nampula per dare inizio ai lavori di progettualità.

 

Cuba

Roma: 29/08/16

Riportiamo alcune informazioni inerenti agli investimenti stranieri sull’isola di Cuba.

Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento e offrire opportunità alle nostre imprese di avvalersi della nostra collaborazione.

INVESTIMENTI STRANIERI

Forme di investimento straniero

Gli investimenti stranieri definiti nella presente Legge, possono presentarsi come:

a) investimenti diretti, in cui l’investitore straniero partecipa come azionista in un’impresa mista o in una società a capitale completamente straniero o con contributi in contratti di associazione economica internazionale, partecipando effettivamente nella gestione del business; e
b) investimenti in azioni o in altri titoli, valori pubblici o privati, che non sono un investimento diretto.

Gli investimenti stranieri adottano una delle seguenti forme:

a) impresa mista;
b) contratto di associazione economica internazionale; o c) impresa a capitale completamente straniero.

2. Sono classificati contratti di associazione economica internazionale, tra gli altri, i contratti di rischio per l’esplorazione di risorse naturali non rinnovabili, per la costruzione, la produzione agricola, l’amministrazione alberghiera, produttiva o di servizi e i contratti per la fornitura di servizi professionali.

NEGOZIAZIONE E AUTORIZZAZIONE ALL’INVESTIMENTO STRANIERO

Per la creazione di un’associazione economica internazionale, l’investitore nazionale deve negoziare con l’investitore straniero ogni aspetto dell’investimento, compresa la sua fattibilità economica, i rispettivi apporti, la forma di gestione e amministrazione che ha tale associazione così come i documenti legali per la sua formalizzazione.

2. Se si tratta di una società a capitale completamente straniero, il Ministero del Commercio Estero e degli Investimenti Stranieri indica all’investitore, l’ente cubano responsabile della succursale o sub- succursale o dell’attività economica in cui desidera realizzare il proprio investimento, con cui deve discutere la propria proposta e ottenere la corrispondente autorizzazione scritta.

Lo stato cubano autorizza investimenti stranieri che non influenzano la difesa e la sicurezza nazionale, il patrimonio nazionale e l’ambiente.

L’approvazione ad effettuare investimenti stranieri nel territorio nazionale è concessa soddisfacendo il settore, la forma e le caratteristiche degli investimenti stranieri, dai seguenti organi di stato:

a) il Consiglio di Stato;
b) Il Consiglio dei Ministri; e
c) il Capo dell’Organismo dell’Amministrazione Centrale dello Stato autorizzato.

2. Il Consiglio di Stato approva gli investimenti stranieri, di qualunque forma, nei seguenti casi:

a) quando si cercano o si sfruttano risorse naturali non rinnovabili, ad eccezione di contratti di associazione economica internazionale a rischio approvati e autorizzati in conformità al paragrafo 3, lettera d), del presente articolo; e

b) quando si realizzano per la gestione dei servizi pubblici, quali trasporti, comunicazioni, acquedotti, energia elettrica, per la realizzazione di un’opera pubblica o lo sfruttamento di un bene pubblico.

Una volta approvato l’investimento straniero da parte del Consiglio di Stato, nei casi di cui sopra, il Consiglio dei Ministri emette l’Autorizzazione.

3. Il Consiglio dei Ministri approva ed emette l’Autorizzazione ad investimenti stranieri, nel caso di: a) sviluppi immobiliari;
b) imprese con capitale completamente straniero;
c) trasferimento di beni statali o di altri diritti reali su beni statali;

d) contratti di associazione economica internazionale a rischio per lo sfruttamento delle risorse naturali non rinnovabili e loro produzione;

e) coinvolgimento di una società straniera con partecipazione di capitale pubblico; f) uso di fonti energetiche rinnovabili;

g) sistema delle imprese nei settori della sanità, dell’istruzione e delle forze armate; e

h) altri investimenti stranieri che non richiedono l’approvazione del Consiglio di Stato.

4. Il Consiglio dei Ministri può delegare ai capi degli organismi dell’Amministrazione Centrale dello Stato, il potere di approvare e autorizzare gli investimenti stranieri nei casi di sua competenza e secondo le forme o i settori di destinazione.

Per la costituzione di un’impresa mista o di un’impresa a capitale completamente straniero, nonché per la stesura di un contratto di associazione economica internazionale, è necessario presentare domanda al Ministro del Commercio Estero e degli Investimenti Stranieri, in conformità alle disposizioni del Regolamento della presente Legge.

2. Se lo scopo dell’investimento approvato è la gestione di un servizio pubblico, l’esecuzione di un’opera pubblica o lo sfruttamento di un bene pubblico, il Consiglio dei Ministri, previa l’approvazione del Consiglio di Stato, rilascia la corrispondente concessione amministrativa, nei termini e alle condizioni stabilite in conformità con le disposizioni della normativa vigente.

3. La decisione che nega o consente gli investimenti stranieri da parte dell’autorità competente viene rilasciata entro sessanta giorni di calendario dalla data di deposito della domanda e deve essere notificata ai richiedenti.

Nel caso di forme di investimento straniero soggette all’approvazione dei capi degli organismi dell’Amministrazione Centrale dello Stato, la decisione è emessa entro quarantacinque giorni di calendario a partire dalla data in cui è stata ammessa.

Le modifiche alle condizioni stabilite nell’Autorizzazione richiedono l’approvazione dell’autorità competente, come previsto dall’articolo 21 della presente Legge.

Le condizioni stabilite nell’Autorizzazione possono essere chiarite, attraverso il Ministero del Commercio Estero e degli Investimenti Stranieri, su richiesta degli investitori.